Muffa stop spray: il detergente contro le macchie di muffa sui muri

Quando in casa si intravede la comparsa di muffe sui muri e sulle pareti non bisogna perdere tempo ed organizzarsi per eliminarle e prevenirne nuove formazioni. Funghi, alghe, batteri e muffe sono segnali pericolosi che mai dovrebbero essere presenti negli ambienti in cui si vive, perché rendono l’aria insalubre.

Purtroppo la loro presenza è spesso frutto di problematiche strutturali negli edifici, siano essi di vecchia o nuova costruzione. Intervenire in tal senso risulta difficile per cui l’unica cosa da fare è utilizzare un buon prodotto antimuffa, come Muffa stop spray.

Cos’è Muffa stop spray

E’ un detergente a base di cloro attivo concentrato, che elimina e previene la crescita e il diffondersi delle caratteristiche macchie verdastre o biancastre tipiche delle muffe. In genere i luoghi della casa più soggetti al proliferare di questi funghi sono la cucina e il bagno. Nel primo caso il problema è la condensa che si crea cucinando, nel secondo l’umidità scaturisce dai vapori della doccia e favorisce la nascita della muffa.

Il problema principale è la scarsa circolazione d’aria nelle stanze che tendono a non essere arieggiate abbastanza, soprattutto nei mesi invernali più freddi. Ricordiamo che oltre a rappresentare un problema estetico, le muffe e i batteri costituiscono anche un grave problema igienico.

Muffa stop in pochi minuti elimina le muffe sia all’interno che all’esterno e ne previene la successiva proliferazione. Usato diluito serve per sanificare piscine, bagni e vari tipi di pavimentazioni.

Come utilizzare Muffa stop spray

E’ un prodotto pronto all’uso che si spruzza sulla superficie da trattare e si lascia agire per una decina di minuti. Ricordiamo che la muffa non va prima raschiata o eliminata ma subito trattata con il prodotto.

La bomboletta spray va tenuta ad una distanza di circa 25-30 dal fondo da pulire, ricordando di lasciare le finestre aperte durante il trattamento. Quando è asciugato si procede a togliere i residui rimanenti con un panno umido.

Muffa stop spray è indicato anche per la pulizia delle fughe delle piastrelle e dei pavimenti perché consente di rimuovere a fondo ogni tipo di sporcizia. Dopo circa 4 ore dall’intervenno è già possibile procedere alla tinteggiatura della parete, meglio se con una pittura antimuffa.

Il trattamento va ripetuto almeno una volta al mese per essere certi che muffe e funghi non si rinnovino sulle pareti e negli interstizi più difficili. Così facendo in casa si continuia a respirare un’aria pulita e sanificata.

Muffa stop funziona?

Chi ha provato Muffa stop spray lo considera un ottimo prodotto antimuffa, valido ed efficace contro batteri, funghi e muffe. I consumatori sono soddisfatti anche dei tempi rapidi in cui agisce e dell’ottimo rapporto qualità-prezzo. La maggior parte di essi ne consiglia l’acquisto perché lo ritiene uno dei migliori prodotti antimuffa in circolazione.

Avvertenze sull’utilizzo di Muffa stop spray

Muffa stop spray è un prodotto chimico, da maneggiare con estrema cura perché l’uso indiscriminato può risultare pericoloso. Prima di utilizzarlo bisogna proteggere occhi, mani e viso in modo che non entrino in contatto con il prodotto. Se per caso ciò avvenisse è opportuno lavarsi immediatamente le parti interessate con acqua e sapone.

Sconsigliato anche l’uso di Muffa stop spray con altri acidi perché si potrebbero generare gas tossici, se respirati nocivi per la salute. Pima di trattare la superficie da pulire con Muffa stop spray è bene testare il prodotto su una parte di muro nascosta. Ciò è utile per provare la compatibilità con le vernici presenti. Non si può adoperare il prodotto su altri oggetti come tessuti o piante.

About Author

Pasquale Palmiotto

Autore e fondatore di Bioarchitettura e Domotica. Diplomato geometra contro la mia volontà (preferivo liceo classico e lettere), ho dovuto combattere parecchio per ritrovare la strada da cui ero stato allontanato e tornare a fare quello che mi piace di più: scrivere.